Bridgestone: la chiusura dell’azienda di Bari decisa a Tokyo e Bruxelles

In una nota “Bridgestone ribadisce che la delibera di procedere alla chiusura dello stabilimento” di Bari Modugno “è stata presa a livello di Corporation (Tokyo) ed Europeo (Bruxelles) e che, allo stesso livello, è stata concordata la sua attuazione. Tentare di leggere tutto questo personalizzandolo, sia a livello locale che europeo, significa fornire una visione ingiusta e distorta della realtà”.
L’azienda si riferisce alle prese di posizione del sindaco di Bari che, si legge sempre nella nota, “dopo le dichiarazioni che istigavano all’occupazione della fabbrica, prosegue sulla strada dell’imprudenza, additando i dirigenti di Bridgestone quali artefici di operazioni a tradimento”. Secondo la nota “un conto è opporsi legittimamente ad una decisione di business, un conto è esasperare i toni. Dichiarazioni come questa non sono nell’interesse prima di tutto dei lavoratori dell’azienda e non aiutano certo a creare un clima costruttivo in vista dell’incontro del 14 marzo – conclude la nota – al quale l’azienda si appresta a partecipare con spirito di collaborazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *