Brindisi, 33enne ivoriano minaccia medici e pazienti

Nella notte tra venerdì e sabato, al pronto soccorso dell’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi, un 33enne ivoriano richiedente asilo ha seminato il panico dentro e fuori la struttura, danneggiando alcune automobili presenti nel parcheggio interno dell’ospedale, il vetro della sala Tac del Pronto Soccorso e inveendo contro utenti, personale e forze dell’ordine. Dramane Sylla, questo il suo nome, è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Brindisi con l’accusa di interruzione di pubblico servizio, danneggiamento aggravato e minaccia a pubblico ufficiale.
L’uomo era arrivato presso la struttura ospedaliera a bordo di un’ambulanza del 118 verso le 22 di venerdì: i sanitari del Pronto Soccorso, dopo una prima visita, avrebbero richiesto una perizia psichiatrica per valutare le condizioni mentali dell’uomo. Dal reparto di Psichiatria, l’ivoriano è stato rimandato nuovamente al piano terra dove, dopo aver riposato qualche tempo e dopo aver smaltito l’effetto dei medicinali somministratigli, ha cominciato a dare in escandescenza: brandendo delle aste metalliche utilizzate per sostenere le flebo dei pazienti, l’uomo si è portato verso l’uscita della sala d’aspetto, arrivando nel parcheggio interno dell’ospedale dove se l’è presa, in un primo momento, con le auto in sosta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *