Brindisi, chiesto il rinvio a giudizio dell’ex sindaco Consales

La Procura di Brindisi ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex sindaco Pd Mimmo Consales, per l’imprenditore Luca Screti e per altre tre persone accusate, a vario titolo, di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, reati ambientali e interruzione di pubblico servizio.
Si tratta dell’inchiesta, chiusa lo scorso giugno, sulla presunta tangente da 30mila euro versata dal patron della ditta appaltatrice ‘Nubile’ a Consales, all’epoca dei fatti primo cittadino di Brindisi, per consentirgli di pagare in contanti un debito personale con Equitalia in cambio di facilitazioni nell’avvio all’esercizio dell’impianto di biostabilizzazione e produzione Cdr e Css. Secondo l’accusa Consales avrebbe anche ottenuto l’assunzione all’interno dell’azienda appaltatrice di sei persone da lui indicate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *