Brindisi, sequestrate 400 tortore selvatiche presso il porto cittadino

Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato del Comando provinciale di Brindisi e del Nucleo operativo Cites di Bari, i funzionari della Dogana di Brindisi e gli uomini della Guardia di finanza brindisina hanno sequestrato, presso il porto cittadino, circa 400 esemplari di tortore selvatiche, denunciando successivamente 3 persone. Dal controllo effettuato sui passeggeri sbarcati da motonavi provenienti dalla Grecia, gli operatori, insospettiti dall’attrezzatura da caccia negli abitacoli, hanno trovato nei bagagliai di alcune auto numerosi esemplari morti di tortora selvatica, sprovvisti di qualsiasi documentazione sanitaria e della documentazione Cities idonea per l’importazione e la detenzione degli esemplari nella Comunità Europea.
Le persone denunciate (un uomo di 52 anni di Monopoli, un 38enne di Francavilla Fontana) rischiano pene fino ad un anno e un’ammenda di 150 milioni di vecchie lire. La terza persona, un 67enne di Martina Franca, ha eluso il controllo doganale, ed è stato inseguito e poi raggiunto sulla SS 379 dagli uomini della Forestale. Il P.M. di turno ha, poi, disposto la distruzione di quanto posto sotto sequestro che, a seguito di verifica da parte della Asl competente in zona, è risultato non idoneo al consumo umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *