Brindisi, soda caustica sui biglietti elettorali. Ustionato candidato consigliere

Grave episodio di cronaca ai danni di Marco Dinota, candidato al consiglio comunale delle lista civica di centrodestra ‘Viva Brindisi’, a sostegno del candidato sindaco Nicola Massari. I compagni di coalizione parlano apertamente di ‘attentato a scopo intimidatorio’, messo a segno con l’utilizzo di una sostanza urticante, quasi certamente soda caustica, che ha bruciato le dita al malcapitato. A raccontare il fatto, accaduto all’interno dello stabilimento brindisino dell’industria farmaceutica Sanofi-Aventis, è stato lo stesso Massari.
A Dinota avrebbero sottratto il portafoglio, svuotato dei suoi bigliettini elettorali, successivamente imbevuti di liquido caustico, e poi messi nel cestino posto sotto la sua scrivania di ufficio. Dinota, che ha tentato di recuperare i biglietti, ha subito una grave ustione alle mani, ed è stato medicato in azienda e poi in ospedale.  Un fatto che il candidato e tutta la sua coalizione definiscono gravissimo e che è già al vaglio degli uomini della Digos, ai quali Dinota ha sporto denuncia in Questura.
Solidarietà e indignazione è stata espressa da tutti i rappresentanti e candidati delle liste di Viva Brindisi, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Federazione Popolare. “Solidarietà piena – conclude Massari – al nostro Marco Dinota e diciamo pubblicamente e chiaramente che non ci faremo intimidire da nessuno e continueremo la nostra battaglia di civiltà e di legalità per la nostra amata Brindisi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *