Brucia una bara contenente resti umani: arrestato a Rionero in Vulture il manovale di una ditta funebre

Sono in corso indagini, da parte della Polizia Scientifica, per una bara bruciata ritrovata in contrada Pallettieri di Rionero in Vulture (PZ).

Al suo interno era presente il cadavere di un anziano i cui resti, dopo l’estumulazione avvenuta il 3 dicembre scorso, sono stati in parte stati trasferiti da Rionero a Ripacandida (PZ).

La bara è stata prelevata dal manovale di una ditta di pompe funebri che ha poi provveduto a bruciarla autonomamente invece di consegnarla ad un demolitore autorizzato.

Lo scorso 8 dicembre il Corpo Fostestale dello Stato, durante un’attività di controllo del territorio, ha rinvenuto la bara bruciata con i resti della salma in una discarica abusiva di Rionero.

Con accuse di vilipendio e distruzione di cadavere e abbandono incontrollato di rifiuti speciali, il manovale è stato denunciato alle forze dell’ordine.

(Valentina Focaccia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *