Capodanno Rai, trattative in stallo

La notizia, giunta durante la scorsa settimana, della possibile organizzazione del Capodanno di RaiUno nella città di Matera in alternativa alla tradizionale Courmayeur che ha ceduto il passo per problemi di budget,
aveva colto di sorpresa la cittadinanza che era rimasta affascinata da tale ipotesi. Tuttavia, nonostante fosse passata in settimana come una notizia ufficiale e confermata, apprendiamo oggi che le trattative tra Comune di Matera, Regione Basilicata e Rai sono in una fase di stallo.
Il nodo gordiano si trova nel compenso economico da corrispondere all’emittente nazionale, secondo ambienti vicini alla giunta regionale non ci sarebbe ancora nulla di deciso, in quanto il dialogo tra la stessa e la Direzione Generale della Rai sarebbe ad un punto morto.
“La cosa si può fare, ma solo in presenza di una significativa riduzione del budget rispetto a quanto corrisposto negli anni precedenti dalla Regione Val D’Aosta”, difatti la Regione Basilicata sarebbe disposta a versare nelle casse Rai non il milione di euro che solitamente era la cifra intorno alla quale si attestava il compenso degli anni precedenti, ma “solo” quattrocentomila euro la cui buona parte verrebbe utilizzata per “spese di accoglienza”.
In ogni caso le trattative continuano sia per la trasmissione del capodanno 2016 sia per gli altri tre anni successivi, il Sindaco Raffaello De Ruggieri che aveva, due giorni fa, anticipato la possibilità di concludere un contratto quadriennale per portare la manifestazione di RaiUno nella città dei Sassi fino al 2019, anno dell’incoronazione ufficiale della città a Capitale Europea della Cultura, ha definito l’iniziativa “Un incredibile spot per la città”.
Francesco Gucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *