Cb Vulture Alto Bradano, Mastrosimone risponde a Navazio

In merito al comunicato del presidente del gruppo consiliare “Io amo la Lucania” sul Consorzio di bonifica Vulture Alto Bradano, il quale, nonostante il regime di prorogatio avrebbe proceduto a promuovere un suo dipendente senza aver approvato il bilancio di previsione 2012, il dipartimento regionale all’Agricoltura fa sapere che “nonostante l’ente consortite, sia in regime di prorogatio, si possono adottare non solo atti di ordinaria amministrazione, ma anche quelli straordinari se sussiste la necessità e l’ente specifichi adeguatamente le motivazioni della scelta come peraltro previsto dalla delibera di Giunta n.2207/2008. Scelte – continua l’Assessore – è ancor più giustificate dove il regime di prorogatio si prolunga da tempo e dove la sola amministrazione ordinaria paralizzerebbe l’Ente. Nello specifico la promozione di un funzionario del Consorzio Vulture Alto Bradano poteva essere adottata in quanto mancava una competente figura che coordinasse le attività della imminente stagione irrigua. In sede di controllo – spiega Mastrosimone – l’operato della Giunta è più che legittimo in quanto la promozione è avvenuta a seguito dello svolgimento di una procedura selettiva, in ossequio ai principi della contrattazione che si applica ai rapporti di lavoro dei dipendenti del Consorzio e che l’efficacia della stessa è stata subordinata all’approvazione del bilancio di previsione. Inoltre – conclude Mastrosimone – l’operato della Giunta è ancor più legittimo anche relativamente alla non approvazione del bilancio di previsione in quanto, nel prendere atto della mancata adozione dello stesso è stato (ex comma 8 dell’art. 26 della legge 33 del 2001) assegnato al Consorzio un termine di 30 giorni per provvedere e, per il caso di inadempimento, è già stato nominato il Commissario ad acta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *