CDB Alta Val d’Agri: FAI Cisl pronta allo sciopero

consorzio bonifica val d'agri“La situazione al consorzio di bonifica Alta Val d’Agri sta diventando ingestibile e la pazienza dei lavoratori è finita. Se non si interviene, proclameremo lo sciopero”. È quanto dichiara il segretario generale della Fai Cisl Basilicata, Antonio Lapadula, che denuncia il mancato pagamento di sei mensilità ai circa 120 dipendenti dell’ente e minaccia nuove e più incisive forme di lotta. “La misura è ormai colma e i lavoratori sono alla disperazione. Stare senza stipendio per praticamente metà anno sta pesando fortemente sul tenore di vita delle famiglie, molte sono davvero allo stremo e con le banche che negano i prestiti rischiano di finire nelle mani degli usurai. Purtroppo la classe politica regionale ha altro cui pensare in queste settimane e ha completamente rimosso i problemi dalla propria agenda. Credo che i lavoratori ne terranno conto al momento opportuno perché sono stanchi di essere presi per i fondelli. Se non saranno pagati gli stipendi e non si procederà a rimuovere l’attuale fallimentare gestione, peraltro prorogata da anni in barba a ogni norma e principio di logica – conclude Lapadula – non esiteremo un minuto di più a proclamare lo sciopero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *