Cerignola, 61enne in manette con l’accusa di corruzione

Per evitare di pagare una multa da 700 euro ne ha offerti 200 ai Carabinieri che lo avevano fermato, mettendo tra le loro mani quattro banconote da 50 euro l’una, e chiedendo di “chiuderla lì”. Per questo i militari di Cerignola hanno arrestato e messo ai domiciliari un cittadino bulgaro 61enne, incensurato, con l’accusa di istigazione alla corruzione.
L’uomo è stato fermato dai militari durante controlli in una strada periferica di Cerignola, mentre era alla guida di un mini-van a bordo del quale c’erano altre persone. I militari hanno invitato l’uomo a seguirli in caserma per alcuni accertamenti sia sul mezzo sia sui passeggeri. In caserma, di fronte alla contestazione di una serie di violazioni, l’uomo, per evitare di pagare una multa di circa 700 euro, ha letteralmente messo tra le mani dei due carabinieri le banconote e chiedendo loro i poter andare via con il suo mini-van. Per lui sono scattate le manette, mentre il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *