Cerignola, con il progetto “Rob.in” verso una comunità educante nel quartiere Torricelli

“Per una comunità educante a Torricelli”. E’ il titolo del primo evento di animazione di comunità promosso a Cerignola nell’ambito del progetto “Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali” – promosso da ESCOOP e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Si tratta di un incontro finalizzato alla costruzione della comunità educante, che mira a coinvolgere gli attori del privato sociale, della scuola, del terzo settore, dei servizi sociali, delle istituzioni per promuovere processi efficaci di sviluppo e di presa in carico globale dei minori e delle famiglie. L’evento si svolgerà venerdì 19 novembre 2021, alle ore 17.00, negli spazi del CERCAT in Via Urbe (Angolo Via La Spezia) e vedrà, tra gli altri, la partecipazione di: Francesco Bonito, sindaco di Cerignola; monsignor Luigi Renna, vescovo della Diocesi Cerignola – Ascoli Satriano; Maria Dibisceglia, assessore comunale alle Politiche Sociali e al Lavoro. “Rob.in” ha l’obiettivo di agganciare i minori a rischio di abbandono scolastico precoce o in dispersione scolastica, in particolare minori con Bisogni Educativi Speciali, e le loro famiglie, attraverso le attività e le metodologie della Robotica educativa inclusiva per prenderli in carico e creare le condizioni per riportarli a scuola.

Il progetto si sta sviluppando tra i comuni pugliesi di Cerignola, San Giovanni Rotondo e Taranto (nello specifico della Città vecchia), attraverso una serie di interventi tesi a rispondere alle problematiche di povertà educativa e sociale, promuovendo occasioni di partecipazione attiva, di aggregazione, di spazi loro dedicati affinché i cosiddetti “tempi vuoti” si trasformino in “tempi educativi”. L’alleanza educativa che ha come protagonisti principali famiglie, scuola e terzo settore diventa dunque elemento indispensabile per favorire il processo di Comunità Educanti, per valorizzare anche attraverso FabLab sociali i talenti dei ragazzi e per promuovere attività formative mirate a sviluppare la cultura digitale anche in chiave relazionale e di orientamento al lavoro.

La rete è composta da ESCOOP – European Social Cooperative – Cooperativa Sociale Europea – sce (ente capofila del progetto); Associazione Europea Solidale ONLUS; Cantieri di innovazione sociale impresa sociale Società cooperativa sociale; ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile; I.C. “Melchionda-De Bonis” di San Giovanni Rotondo; I.P.S. “Cabrini” di Taranto; I.C. “Don Bosco Battisti” di Cerignola; Iress Soc. Coop; Naps Lab srls, Comune di Cerignola.

Programma del 19 novembre:
“Per una comunità educante a Torricelli”
Interventi:
Francesco Bonito, sindaco di Cerignola;
Pasquale Panico, presidente ESCOOP;
Maria Dibisceglia, vide-sindaco, assessore comunale alle Politiche Sociali e al Lavoro, Presidente Coordinamento Istituzionale Ambito Territoriale di Cerignola;
Monsignor Luigi Renna, vescovo della Diocesi Cerignola – Ascoli Satriano;
Marco Sbarra, Direttore ESCOOP;
Pamela Petrillo, Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “Don Bosco – Battisti” – Cerignola.
Saranno presenti anche i minori ed i genitori coinvolti nel progetto “Rob.in”. Sarà possibile inoltre seguire la diretta dell’incontro anche sulla pagina facebook del CERCAT: www.facebook.com/cercatausili.
L’iniziativa si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *