Comune di Matera, risolte due questioni annose

Le ultime due sedute del Consiglio comunale sono state utili per definire alcune problematiche urbanistiche che si trascinavano da anni, e che interessavano aree prospicienti la Statale 99 e il Borgo Venusio. In particolare, con l’approvazione della Variante all’extra e perturbano che ha riguardato i lotti C5, C6 e C7, dell’asse commerciale Matera-Venusio, è stata accolta una esigenza degli imprenditori lottizzanti che chiedevano una diversa sistemazione interna delle sagome dei fabbricati e variazioni minime alle compensazioni tra i singoli lotti.

“La recente riapertura della strada statale 99 che, con le sue quattro corsie, avvicina Matera ad Altamura – affermano il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, e l’assessore comunale all’Urbanistica, Piero Mazzei – ci ha spinto ad accelerare la risoluzione dell’annoso problema, consentendo ai nostri imprenditori di cogliere questa preziosa opportunità derivante dall’aumento del bacino di utenza che gravita sull’area. Ora bisognerà continuare questo percorso per organizzare meglio il sistema viario sollecitando l’Anas a completare le strade complanari”.

Oggi, il Consiglio comunale ha ratificato a grande maggioranza la variante al programma di riqualificazione urbana nel Borgo Venusio, che oltre a prevedere opere di urbanizzazione, la realizzazione di un asilo, una struttura ricettiva, alloggi popolari e una zona residenziale, prevede la realizzazione di altri 72 alloggi da vendersi a prezzo prestabilito, ulteriori opere di urbanizzazione quali gli allacci alla rete idrica per circa cento abitazioni della parte preesistente del borgo, l’allestimento di una piccola multisala cinematografica all’interno della struttura ricettiva e la disponibilità per il Comune di un’area già urbanizzata per la realizzazione di ulteriori alloggi di edilizia residenziale pubblica.

“Con questo provvedimento nel mentre abbiamo evitato che il contenzioso con l’impresa procurasse pesanti ripercussioni sulle casse comunali, continuiamo a portare avanti il programma a Borgo Venusio ispirandoci all’idea iniziale che puntava a un’intensa opera di riqualificazione urbana e sociale in una prospettiva di medio periodo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *