Il comune di Lecce contrario alla realizzazione di una discarica on Località Parachianca

L’amministrazione comunale di Lecce si dichiara contraria alla realizzazione in località Parachianca di una discarica per rifiuti classificati come ‘speciali non pericolosi’, e renderà palese la sua posizione proponendo al voto dei consiglieri – nella seduta dell’assise cittadina prevista per oggi- una delibera per blindare il proprio territorio. Sarà direttamente il sindaco, Paolo Perrone, a illustrare la questione in apertura dei lavori, e pare che l’approvazione del documento si possa considerare pressoché scontata.
La delibera di consiglio sarà immediatamente trasmessa agli enti interessati: in essa si mette in evidenza anche il fatto che il sito interessato – di proprietà della ditta Trio – è una cava in esercizio, alla luce di una delibera regionale che proroga l’attività fino al 2020, e che prevede anche il riempimento della cava stessa e la piantumazione di alberi da frutto e ad altro fusto. Nell’area, che dista pochi chilometri dall’abbazia di Cerrate, si punta allo sviluppo rurale e ricettivo, e si ricorda l’esposizione di tutta la provincia di Lecce, e in particolare dell’area settentrionale, ad un’incidenza di patologie gravi.
Sulla contrarietà alla realizzazione della discarica c’è anche il Forum Ambiente e Salute, per il quale la realizzazione della struttura discarica passerebbe da un cambio di destinazione d’uso del lotto (da agricolo ad attività produttive) da parte del Comune di Lecce sul cui territorio il sito ricade, ma avrebbe ripercussioni più immediate sui centri dell’hinterland, come Surbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *