Comunicato del presidio spontaneo dei Cittadini di Borgo Venusio

Il presidio spontaneo dei cittadini di Venusio nato contro l’utilizzo del Pet Coke nell’impianto della Valdadige, esprime soddisfazione per il rinvio temporaneo concordato tra l’Amministrazione comunale e la proprietà della Valdadige per l’utilizzo
dello stesso nei forni di produzione. Sottolineando ancora una volta, però, che l’Aia (autorizzazione integrata ambientale) è
stata concessa dichiarando erroneamente che le abitazioni si trovano ad oltre un chilometro dall’impianto mentre in realtà sono molto più vicine, gli abitanti di Venusio ribadiscono con forza tutta la loro preoccupazione per le emissioni derivanti dai processi di
combustione della Valdadige e la assoluta contrarietà all’uso del Pet Coke. Si augurano, altresì, che gli Enti e le istituzioni che in questi giorni di protesta sono state coinvolte dalle numerose segnalazioni e denunce dei cittadini, come la Procura della
Repubblica, l’Arpab, gli uffici regionali, il Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri, svolgano rapidamente, con efficienza e trasparenza i loro compiti di controllo e verifica a tutela della salute dei cittadini.
Il presidio, in ogni caso, rimarrà attivo ed attento fino a quando non sarà definitivamente scongiurato il pericolo che a ridosso delle civili abitazioni vengano bruciati materiali, come il Pet Coke, internazionalmente riconosciuti come estremamente pericolosi per la salute umana e per l’ambiente.

Cittadini del presidio Valdadige

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *