Con Magnalonga, scopri la Puglia in bici, degustando prodotti tipici

Oggi prende il via per la prima volta in Puglia l’iniziativa “Magnalonga: in bici degustando la Puglia”, organizzata da Legambiente Puglia con il contributo dell’Assessorato alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità della Regione Puglia e finalizzata a promuovere il cicloturismo. Una passeggiata in bici con partenza da Parco 2 giugno e arrivo a Torre Quetta che vedrà, sulla strada del ritorno, i “cicloturisti” partecipi di una degustazione di prodotti tipici: quale accoppiata migliore di un po’ di sano sport ripagato dai piaceri del cibo? Qui da noi è alla prima edizione, ma la Magnalonga è un’iniziativa nata e promossa in molte località del nord Italia che vede gruppi di persone passeggiare per boschi o per paesi, alla scoperta delle bellezze e delle prelibatezze gastronomiche dei luoghi visitati.

Il Presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini, nel presentare la manifestazione ha asserito che “Abbiamo organizzato la Magnalonga perché pensiamo che la nostra regione sia particolarmente appetibile per i cicloturisti, sia per la peculiarità del territorio in massima parte pianeggiante, sia per la presenza di centri storici e caratteristici borghi animati da sagre ed eventi legati a tradizioni culturali ed enogastronomiche di particolare interesse”.

In Puglia, Legambiente ha organizzato ben cinque iniziative con cinque diversi percorsi ciclabili (lunghi al massimo 20 km) frazionati in tappe. Per ogni tappa sarà possibile degustare prodotti tipici locali e visitare luoghi di interesse culturale e aristico. Il primo evento, fissato per oggi, vedrà protagonista Bari in contemporanea con Roma. Sabato 28 maggio la Magnalonga si sposta nel Salento ad Otranto (Le) nelle vicinanze dei Laghi Alimini e sabato 4 giugno si pedalerà alla scoperta delle Saline di Margherita di Savoia (Bt). Due gli eventi finali previsti per sabato 11 giugno: una “pedalata” attraverso il Parco Regionale delle Dune Costiere fra Ostuni e Fasano alla scoperta dei tesori rurali e una in contemporanea intorno al Lago di Varano nel Parco Nazionale del Gargano. “C’è una Puglia che consapevolmente sceglie la mobilità sostenibile, -dichiara l’Assessore Guglielmo Minervini, anch’egli presente alla conferenza stampa- che sceglie di scoprire in questo rapporto lento con l’ambiente gli squarci di bellezza straordinaria che la nostra regione ci offre.La mobilità ciclistica può diventare anche una risorsa per la valorizzazione del territorio e lo sviluppo di un’inedita forma di turismo. La promozione di queste attività –continua Minervini- è affidata ad una parte delle azioni di Crea-Attiva-Mente, il programma della Regione Puglia che intende avviare un’autentica rivoluzione nel concepire la mobilità. La Magnalonga di Legambiente fa parte di queste azioni. perché la bicicletta può diventare il paradigma della Puglia di qualità, moderna sostenibile e attenta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *