Concerto degli studenti della scuola ‘Festa’ di Matera

Gli alunni della scuola Media “N. Festa” della classe di Musica d’insieme, hanno dato vita al concerto molto applaudito, in Piazza Vittorio Veneto, con le luminarie colorate accese per la prima volta, come da tradizione della sera di San Pietro e Paolo, sul palco riservato alle orchestre che si esibiranno nel corso della Festa. A dirigerli il prof. Franco Paolicelli, docente di educazione musicale presso la stessa scuola. Sono stati eseguiti diversi brani, come la colonna del film Exodus, di Domenico Modugno, e relativo al problema degli ebrei diretti, con la nave, verso la terra promessa, ed altri artisti. Ed infine, in chiusura, l’Inno di Mameli. La cosa interessante è che nel corso del concerto, sono stati premiati dieci alunni, bisognosi ma meritevoli, di una borsa di studio che è stata assegnata alla “N. Festa” dalla famiglia Fodale, che ha lasciato una certa eredità economica alla scuola perché potesse ogni anno indire una borsa di studio. I ragazzi hanno ricevuto la borsa di studio dal presidente del Consiglio comunale Brunella Massenzio, dall’Assessore alla cultura Antonio Giampietro, dall’assessore all’ambiente Giuseppe Falcone, dal dirigente scolastico della scuola Elementare “Minozzi” prof. Patrizia di Franco, dal prof. Antonio Labriola. Hanno ricevuto una targa l’ex dirigente Scolastico prof. Pancrazio Toscano. A presentare la serata la prof.ssa Commisso, la professoressa Papapietro in rappresentanza del Provveditorato agli Studi di Matera, e il dottor Espedito Moliterni per la componente genitori. Il dirigente Gerardo Desiante in chiusura ha sottolineato il doveroso ringraziamento alla famiglia Fodale “che, da anni, ci consente di organizzare questa borsa di studio ai ragazzi bisognosi e meritevoli, e la creazione di un teatro, e di portare avanti questo premio e quindi il concerto dei ragazzi della classe strumento musicale, in occasione della festività della Madonna della Bruna”. Il concerto è stato seguito da moltissima gente, e soprattutto dai genitori dei ragazzi protagonisti di una serata fuori dalle righe ma molto in evidenza quelle del pentagramma.

Carlo Abbatino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *