Concerto ‘L’Eroica di Beethoven’

“Non ho ancora visto un artista più concentrato, più energico, più profondo…”: questo scrisse Goethe alla moglie dopo aver conosciuto Ludwig van Beethoven durante un soggiorno termale. Beethoven condivideva con Goethe l’ammirazione per Napoleone Bonaparte, che all’epoca incarnava gli ideali di uguaglianza e libertà della Rivoluzione francese. Ispirandosi alla sua figura Beethoven compose la sua terza sinfonia, come rileva la prima dedica vergata dal compositore sullo spartito: “Grande Sinfonia titolata Bonaparte”. In seguito, deluso dalla decisione di Napoleone di farsi incoronare imperatore, lo stesso Beethoven la cancellò sostituendola con la definitiva “Sinfonia Eroica dedicata al sovvenire di un grand’uomo”. Alla musica del grande compositore è dedicato “L’Eroica di Beethoven”, il prossimo appuntamento della stagione “Eventi Musicali” dell’Orchestra della Magna Grecia. In programma due suoi capolavori: la Sinfonia n.3 op. 55 “Eroica” e il Concerto per pianoforte e orchestra n.1 Op. 15.

Il concerto si terrà lunedì prossimo, 23 gennaio (sipario ore 21.00), al Teatro Orfeo di Taranto, un evento reso possibile anche grazie al sostegno di Lubritalia S.p.A. (info: 099 7304422 e 099.4526853). Sul palco l’Orchestra della Magna Grecia, diretta da Lorenzo Fico, e il grande pianista francese Michel Bourdoncle. Direttore dell’Istituto Musicale di Alta Cultura “G. Paisiello” di Taranto, Lorenzo Fico ha debuttato come direttore d’orchestra nel lontano 1983 con una tournée nei paesi della comunità europea. Michel Bourdoncle è un pianista francese di grandissima esperienza che si è esibito in tutta l’Europa e negli USA, nonché ha inciso per la Naxos Marco Polo.

Composta per celebrare l’uomo eroico, la Sinfonia n.3 op. 55 Eroica è un’opera monumentale – solo la nona sinfonia ha la stessa dimensione esterna – che segna un passaggio epocale in tutta la storia della sinfonia e, più in generale, della musica strumentale. Il Concerto per pianoforte e orchestra N.1 Op. 15 è un’opera giovanile eseguita la prima volta nel 1798, durante una tournée a Praga, con al piano lo stesso compositore; risentendo ancora della influenza che Mozart ebbe sul giovane Beethoven, è una pagina “piacevole” in cui si alternano momenti di fierezza e di galanteria melodica con amabili fraseggi tra pianoforte e le varie famiglie strumentali dell’orchestra.

L’Orchestra ICO della Magna Grecia è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Taranto, dal Comune di Taranto e dalla Camera di Commercio di Taranto; il suo partner culturale per la Stagione 2011-2012 è la Banca Carime, ed è sostenuta dalla Shell Italia E&P S.p.A.

Ufficio Stampa Marco Amatimaggio (cell. 392.9199743) – info.stampa@orchestramagnagrecia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *