Conclusa a Potenza la giornata bocciofila paralimpica

Si è conclusa ieri, 7 novembre, in un clima di festa e di soddisfazione la giornata bocciofila paralimpica organizzata dal Comitato Regionale FIB (Federazione Italiana Bocce) di Basilicata “Con il pallino di una giornata speciale”. L’iniziativa ha coinvolto quattro gruppi di atleti con disabilità che si sono cimentati in un mini torneo di bocce a “coppia” e in una batteria di giochi di abilità.
I gruppi, appartenenti alla Polisportiva “La Potentina” e alla ASD Bocciofila “Montereale” di Potenza, seguiti dalla Coop. “La Mimosa” del Centro diurno Rotary, alla ASD “San Giovanni De Matha” di Venosa, seguiti dai Padri Trinitari, alla ASD “Olimpiha” di Acquaviva delle Fonti e di Altamura, praticano già da tempo l’attività bocciofila, con notevoli benefici sugli aspetti della socialità e della coordinazione fisica.
La manifestazione – spiegano gli organizzatori in una nota –  si è svolta presso il bocciodromo comunale della Villa di S. Maria a Potenza e vi hanno preso parte l’Assessore allo Sport del Comune di Potenza, Valeria D’Errico, insieme ai componenti della Quarta Commissione Consiliare Permanente, il Presidente del Coni Basilicata, Leopoldo Desiderio, e il Delegato provinciale del CIP (Comitato Paralimpico), Lillino Polese.
La presenza delle autorità ha posto l’attenzione anche sugli aspetti logistici dell’accoglienza delle persone con disabilità in una struttura, come quella del bocciodromo comunale, che negli anni ha visto un notevole incremento delle attività, senza un conseguente adeguamento degli spazi e dei servizi. All’interno del bocciodromo, gestito dalla Polisportiva “La Potentina”, infatti, oltre alla giornata settimanale dedicata agli atleti paralimpici, si svolgono competizioni bocciofile e di tennis tavolo, disciplina quest’ultima aggiuntasi negli ultimi anni e praticata da una quarantina di iscritti.
L’Assessore D’Errico, complimentandosi per il lavoro svolto dalle cooperative sociali e dalle Asd,  – conclude il comunicato – ha sottolineato l’importanza della funzione di integrazione e di aggregazione che lo sport, e in particolare la disciplina delle bocce, riesce ad avere con le persone con disabilità, ed ha offerto la disponibilità dell’Amministrazione comunale a una valutazione dell’adeguamento strutturale del bocciodromo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *