Concorso OSS in Puglia, la dichiarazione di Fratelli d’Italia

Dichiarazione dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e il capogruppo Ignazio Zullo

 

 

“Il momento dell’emergenza non richiede la polemica, ma il pungolo e la critica costruttiva possono risultare utili anche a chi gestisce in prima linea l’emergenza per rivedere alcune decisioni. 

“Torniamo sul mega concorso per gli Operatori Socio Sanitari che il Policlinico di Foggia ha gestito per tutta la Puglia. Nessuno di noi vuole mettere in discussione l’operato degli uffici, né tanto meno mettere in discussione la professionalità del direttore generale, Vitangelo Dattoli, che ci sta mettendo la faccia. Perché come è solito fare il presidente-assessore alla Sanità, Michele Emiliano, nelle situazioni che ‘sconvenienti’ per lui, tace e manda i suoi dirigenti a dare risposte che non sono tecniche, ma politiche. Ad esempio ci piacerebbe sapere chi ha dettato i tempi di pubblicazione della graduatoria? Perché Emiliano che solo qualche giorno fa, in coincidenza con la pubblicazione della graduatoria degli OSS, affermava che il concorso era stato ‘realizzato rispettando tutte le regole di evidenza pubblica e dopo un’accurata selezione che ha premiato i più bravi’ ora non spiega il pasticcio?

“Nel merito, poi, va detto che gli esiti delle tre verifiche che si afferma essere state effettuate, andavano comunicate prima della pubblicazione della graduatoria agli interessati che si sono visti ridurre il punteggio dei titoli precedentemente attribuito affinché gli stessi potessero avvalersi del diritto di partecipare al procedimento amministrativo ai sensi della Legge 241/90. C’era tutto il tempo per farlo, perché non è stato fatto? Ricordiamo che le prove si sono concluse a novembre, la graduatoria era data per certa al 31 dicembre scorso!

“Non solo, ci risulta che oggi alcuni direttori generali di Asl stiamo ricorrendo alle agenzie interinali per assunzioni. E in questo caso ci chiediamo e chiediamo ad Emiliano: quale selezione le agenzie stanno ponendo in atto per premiare i più bravi?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *