Confagricoltura Puglia chiede un tavolo tecnico per aiutare il comparto degli agrumi

Un tavolo agrumicolo regionale per far fronte alle esigenze del settore e dare risposte immediate alle imprese in crisi. E’ la richiesta emersa durante la riunione sugli agrumi convocata dall’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia, che si è svolta in videoconferenza. Una necessità ribadita da Confagricoltura Puglia che ha ribadito i temi pressanti legati alla produzione di agrumi, settore che ha importanti ricadute economiche e lavorative in gran parte della regione, con prevalenza nelle province di Taranto e di Foggia.
“La problematica che affligge il settore agrumicolo è dovuta ad eventi calamitosi, e tra questi vi è soprattutto la grandinata di luglio 2020, e a una conseguente piccola pezzatura che ha portato a spuntare prezzi bassissimi, con scarti elevati”, ha affermato il presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzàro.
Tra le richieste di Confagricoltura Puglia anche maggiori ristori previsti per l’emergenza Covid e l’introduzione di misure di sostegno alle imprese per l’innovazione varietale legata alla istituzione di un catasto. “Questo ha portato a una mancata raccolta e vendita di gran parte delle clementine e delle arance. L’effetto è stato un crollo significativo dei fatturati delle imprese, su cui ha inciso notevolmente anche l’emergenza Covid, con la conseguenza che tanto prodotto non raccolto è marcito nei campi”, ha detto Lazzàro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *