Confermato riconoscimento DOP per i fagioli bianchi di Rotonda

Con decreto dell’1 luglio 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.168 del 22-7-2014, è stato confermato, per 3 anni, l’incarico concesso (con decreto dell’1 luglio 2011), al Consorzio di Tutela dei Fagioli Bianchi di Rotonda DOP, per la DOP ‘Fagioli Bianchi di Rotonda’. A darne notizie è stata la Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) della Basilicata, ricordando che la zona di produzione dei Fagioli Bianchi di Rotonda DOP comprende i quattro comuni della Valle del Mercure (Rotonda, Viggianello, Castelluccio Superiore, Castelluccio Inferiore), nel versante lucano del parco Nazionale del Pollino.
La produzione stimata al 2012 è di 260 quintali di Fagioli Bianchi di Rotonda DOP freschi e 45 quintali di Fagioli Bianchi di Rotonda DOP secchi. Le caratteristiche principali dei ‘Fagioli Bianchi di Rotonda’ sono: l’alto contenuto proteico della granella, che può raggiungere anche la percentuale del 27 % sulla sostanza secca legata ai terreni fertili e ricchi di azoto e zolfo; il tegumento molto sottile, determinato dal basso contenuto di calcare dei terreni, caratteristica, questa, molto apprezzata dai consumatori, perché riduce drasticamente i tempi di cottura che, se fossero particolarmente lunghi, altererebbero la sua gradevolezza.
I fagioli sono un alimento che nel passato venivano utilizzati in grande quantità nelle campagne lucane, per la ricchezza di proteine vegetali a basso costo. Non a caso i fagioli erano noti anche come ‘la carne dei poveri’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *