Consegnati oggi agli studenti gli attestati del progetto “Occhi del parco”

Una piccola invasione di giovani studenti dell’Istituto Comprensivo “Giacomo Racioppi” di Moliterno, accompagnati dai loro insegnanti, ha animato questa mattina la cerimonia di consegna degli attestati e dei premi relativi al progetto “Occhi del Parco”, realizzato dal Parco dell’Appennino Lucano e dal CEAS “Nova Terra” col supporto del Programma Epos 2010-2013 del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata. Ad accogliere la nutrita rappresentanza delle scolaresche, sono stati i responsabili del progetto dell’Ente Parco insieme alla responsabile del sistema Redus presso la Direzione Generale del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata arch. Anna Abate, coadiuvati dagli operatori del CEAS che hanno illustrato ai presenti la serie di attività svolte. Dal canto suo Anna Abate ha spiegato agli alunni l’importanza del programma Epos e le azioni che la rete dei centri di educazione ambientale mette in campo per favorire l’adozione di comportamenti volti alla sostenibilità ambientale. Subito dopo la responsabile del dipartimento regionale ha proceduto alla premiazione delle classi vincitrici, tutte appartenenti al “G. Racioppi”. Il terzo premio è andato alle classi III A e B della scuola secondaria di primo grado, il secondo alla IV A e B della scuola primaria e il primo premio alla V A della primaria dello stesso Istituto. A congratularsi con i ragazzi è stato lo stesso Dirigente Scolastico Vittorio Grisi. Da parte loro i ragazzi hanno votato il premio di gradimento ad uno dei corpi di polizia operanti sul territorio e presenti alla manifestazione. Oltre al CTA del Corpo Forestale dello Stato del Parco, rappresentato dal Comandante Mario Guariglia, erano presenti alti livelli di rappresentanza militari e civili. I Carabinieri, con il Capitano del NOE di Potenza Luigi Vaglio, la Polizia Provinciale con il Comandante Vito Tripaldi, e l’Amministrazione Comunale di Moliterno con il Vicesindaco Raffaele Acquafredda. A tutti loro i ragazzi hanno rivolto numerose domande relative all’ambiente e ai meccanismi della sua tutela. Il tutto si è concluso con un affascinante spettacolo di falconeria curato dalla Bit Movies. Anche se lontano dalla sede del Parco, perché impegnato in un incontro nazionale di Federparchi, ha fatto giungere il suo saluto anche il Commissario del Parco Domenico Totaro. “Salvaguardia, tutela e prevenzione non possono non partire dai giovanissimi che sono le sentinelle e gli eredi del Parco –ha detto Totaro- la cui formazione è di importanza vitale per il futuro dell’ambiente. Per questo –ha concluso- ogni nostro progetto di formazione pone al centro il mondo della scuola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *