Il consigliere Castelluccio chiede programmi per la sicurezza più incisivi

“L’agguato a Policoro al cittadino senegalese che ha profondamente scosso la comunità cittadina dimostra che il problema sicurezza oggi nel nostro Paese è una priorità nelle metropoli e grandi città come nei centri più piccoli. Per noi si tratta di dare voce al legittimo scontento degli italiani e al tempo stesso di tentare con proposte concrete di contribuire alla soluzione di problemi complessi e drammatici”. Lo afferma Paolo Castelluccio, vice presidente del Consiglio regionale e dirigente di Forza Italia.
“Al punto in cui è arrivata la situazione con episodi di criminalità diffusi in tutto il Metapontino non basta pensare solo a servizi di videosorveglianza a Policoro e Scanzano. Forza Italia ha presentato da tempo il suo programma per la sicurezza e l’immigrazione. In sintesi – riferisce Castelluccio – più poliziotti di quartiere e più militari nelle strade; assumere altri agenti e aumentare le tutele e le risorse per il comparto sicurezza-difesa; metal detector e più controlli in zone affollate, più videocamere negli asili, nelle scuole e nella città; più poteri ai sindaci e alla polizia locale per la sicurezza; leggi più chiare e più severe, pene più dure; marina militare e guardia costiera contro gli scafisti, accordi internazionali per bloccare le partenze, espulsioni rapide per i clandestini; italiani solo brava gente: cittadinanza revocabile ai fiancheggiatori; separare Islam buono da cattivo: un albo per moschee e imam; rifondare protezione civile e valorizzare i vigili del fuoco; la difesa è sempre legittima: riforma della legittima difesa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *