Consorzio di bonifica della Val d’Agri, stipendi pagati e riassunzioni in arrivo

Per le novità sostanziali sul consorzio di Bonifica Alta Val d’Agri chieste dalla Cisl non c’è da attendere molto anzi non c’è d’attendere affatto. E quanto afferma il dipartimento Agricoltura a seguito del comunicato emesso oggi dalla Fai Cisl. Per quanto riguarda le retribuzioni dei lavoratori, infatti, a seguito della nota trasmessa alla Regione non dal sindacato ma dal prefetto veniva già il 4 marzo scorso interpellato il Consorzio Val D’Agri con una lettera inviata anche al prefetto per conoscenza. Il Consorzio con nota del 6 aprile rispondeva affermando di aver provveduto a pagare le retribuzioni arretrate. Quanto alla seconda questione, ossia la riassunzione di lavoratori a tempo determinato e indeterminato ciclico, in sede di controllo delle relative deliberazioni, l’organo a ciò deputato ha chiesto chiarimenti, atteso che la delibera consortile presentava evidenti contraddizioni. Queste ultime venivano sanate solo due settimane fa dagli organismi direttivi dello stesso Consorzio di Bonifica, consentendo all’iter amministrativo di riprendere il suo corso, ripartendo dalla verifica del provvedimento.

Le accuse di insensibilità partite dal sindacato, evidentemente, sono frutto di una carenza assoluta di conoscenza della vicenda a fronte della quale con troppa leggerezza si punta il dito accusatorio. Del resto se il Consorzio dovesse aver mentito a Regione e Prefettura in merito al saldo delle spettanze ai lavoratori sarebbe grave, ma altrettanto degno di riflessione sarebbe il fatto che un sindacato di categoria non è a conoscenza del fatto che ai lavoratori sono state corrisposte le spettanze. Questione seguita, invece, dall’assessorato sempre con grande sensibilità e attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *