Continua la violazione dei diritti e delle prerogative sindacali nell’Azienda Sanitaria Locale di Matera

Le scriventi organizzazioni sindacali FIALS e FLP hanno avuto modo di rappresentare, il 30.12.2013, al Presidente della Giunta Regionale e all’Assessore alla Salute della Basilicata alcune violazioni dei diritti e delle prerogative sindacali attuate dalla Direzione strategica dell’ASM di Matera.

In particolare si descriveva la variazione della dotazione organica effettuata dall’ASM senza la necessaria e preventiva autorizzazione della Giunta Regionale di Basilicata e senza la dovuta contrattazione sindacale.

Detta variazione comportava una massiccia riconversione di profili professionali tecnici e sanitari in figure amministrative sproporzionate rispetto alle reali esigenze lavorative, attestate nella delibera di dotazione organica in vigore presso l’ASM.

Inoltre la Direzione strategica dell’ASM, in dispregio delle norme che disciplinano i diritti sindacali in materia di contrattazione, concertazione e consultazione, adottava le delibera n. 117 del 28.01.2014, relativa alla individuazione del fondo contrattuale annuale per progetti e attività strategiche aziendali.

L’art. 29 del contratto collettivo integrativo prevede, fra l’altro, che detti progetti e le attività strategiche in questione debbano formare oggetto di “informativa sindacale preventiva e successiva verifica in delegazione trattante”.

La Direzione strategica dell’ASM, invece, nel solco della sua peggiore tradizione, riteneva, e ritiene, superfluo il confronto negoziale con i sindacati. A tal proposito è il caso di sottolineare che l’azienda Sanitaria Locale di Matera subiva nel 2013 una condanna, passata in giudicato, per condotta antisindacale (ex art. 28 legge 300/1970 – Statuto dei Lavoratori).La materia relativa alla vertenza giurisdizionale, che portava alla condanna dell’ASM, riguardava l’esternalizzazione del servizio mensa del P.O. di Policoro.

In merito all’esternalizzazione dei servizi, l’ASM, con delibera n. 241 del 18.02.2014, commissionava uno studio all’SDA Bocconi di Milano teso a verificare la fattibilità dei modelli di gestione pubblico/privato, applicabile al Servizio Dialisi dell’ASM, senza indire alcuna procedura ad evidenza pubblica che portasse all’offerta di più studi di fattibilità da valutare in maniera comparativa.

Poiché la direzione strategica dell’ASM non appare per nulla preoccupata delle pronunce di condanna dei giudici, occorre, ad avviso delle scrivente OO.SS., ripristinare, al più presto, la correttezza delle relazioni sindacali mediante un controllo da parte degli organi in indirizzo presso l’ASM che consenta di verificare se la Direzione Strategica rispetti i vincoli imposti dal potere di indirizzo politico regionale e la democrazia sindacale.

Solo in tal modo potranno essere salvaguardati i diritti sindacali e quelli dei lavoratori, quotidianamente calpestati da una visione delle relazioni sindacali dell’ASM che ricorda moltissimo quella in vigore durante il regno di “Carlo V di Borbone”, durante il quale, allo stato di diritto, il monarca preferiva il libero arbitrio. La salvaguardia dei predetti diritti ribalterà i suoi effetti benefici soprattutto sulle prestazioni che l’utenza riceve nelle strutture dell’ASM.

Alla luce di quanto sopra rappresentato le scriventi organizzazioni sindacali FIALS e FLP chiedono al Presidente della Giunta Regionale e all’Assessore alla Salute della Regione Basilicata un incontro urgente al fine di discutere della problematica rappresentata.

Detto incontro servirà, inoltre, ad approfondire le linee guida omogenee, su tutto il territorio regionale, valide per ogni singola contrattazione integrativa.

Le predette linee guida sono da applicare, fra l’altro, alle disposizioni vincolanti per le Aziende Sanitarie Locali, emanate dalla Giunta Regionale di Basilicata con delibera n. 168/2014, in materia di organizzazione del personale dipendente, onde evitare fughe in avanti incoerenti da parte delle suddette Aziende.

In attesa di conoscere la data e l’ora del richiesto incontro, l’occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Antonio Fedele – Responsabile Provinciale FLP Sanità

Andrea Bengiovanni – Segretario Regionale FIALS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *