Convegno sulle strategie degli Enti di previdenza a favore dei professionisti

INFO: 335/1533167

presidenza@agronomimatera.com

Venerdì 24 Giugno alle ore 17, presso la Sala Consiliare della Provincia di Matera, si terrà il Convegno “Libera professione, deontologia, previdenza e assistenza”. L’evento, organizzato dalla Federazione Regionale dei dottori Agronomi e Forestali di Basilicata in collaborazione con gli Ordini provinciali, l’Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale (EPAP) e la Provincia di Matera, avrà come obiettivo prioritario quello di mettere in evidenza il momento di difficoltà che le libere professioni stanno attraversando e le strategie previdenziali che vengono adottate per garantire un futuro sicuro. La tematica sarà introdotta e coordinata dal Presidente della Federazione Regionale degli Ordini dei dottori Agronomi e Forestali di Basilicata Carmine Cocca. Seguiranno i saluti del Presidente della Provincia Franco Stella, del Presidente dell’Ordine dei dottori Agronomi e Forestali di Potenza Antonio Rendina, del Presidente dell’Ordine dei Geologi di Basilicata Raffaele Nardone, del Presidente dell’Ordine dei Chimici Achille Palma e del Geologo Gilberto Tambone in rappresentanza del Consiglio di indirizzo Generale dell’EPAP. Seguiranno gli interventi del Vicepresidente EPAP Oronzo Milillo che tratterà le attività che gli enti di previdenza dovrebbero mettere in atto a sostegno degli iscritti e del Presidente dell’Ente Arcangelo Pirrello che invece illustrerà le opportunità e le prospettive che esistono a favore dei professionisti. Le conclusioni saranno affidate all’Assessore al Lavoro della Regione Basilicata Rosa Mastrosimone. L’intervento del Presidente dell’EPAP Pirrello nella città di Matera conferma la volontà dell’EPAP di aprirsi al territorio per discutere con i professionisti di un futuro che appare, soprattutto per i giovani, piuttosto difficile e per cercare di delineare strategie operative con la massima partecipazione e la massima trasparenza. Il Convegno si concluderà con il conferimento dell’onoreficenza agli iscritti che hanno raggiungo i 25 anni di iscrizione all’albo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *