Coronavirus, i sindacati Feneal-Filca e Fillea di Basilicata: “I cantieri aperti solo se vengono rispettate le misure di prevezione”

“Cantieri aperti solo ed esclusivamente se saranno rispettate le precauzioni previste dal “protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” e delle disposizioni già decretate dal Governo Nazionale e dalle ordinanze regionali”. E’ quanto chiedono Lombardi, La Torre e Palma, segretari lucani di Feneal-Filca e Fillea.
“Il protocollo impone a tutti massima responsabilità nel garantire, prima di ogni altra cosa, la sicurezza e la salute dei lavoratori e delle lavoratrici. La salute di chi lavora, aggiungono i segretari, è per noi un’assoluta priorità che deve precedere qualunque altra considerazione economica o produttiva.

Grazie all’accordo firmato da Cgil Cisl e Uil, il Governo e le parti datoriali si consentirà alle imprese anche del settore delle costruzioni, attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali e la riduzione o sospensione dell’attività lavorativa, la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro.

Feneal Filca e Fillea stanno garantendo, in queste difficili settimane, il pieno supporto informativo ai lavoratori impiegati sui cantieri del nostro territorio cercando di trasmettere a tutti il giusto senso di responsabilità nel superare questo particolare momento di crisi

Un pensiero su “Coronavirus, i sindacati Feneal-Filca e Fillea di Basilicata: “I cantieri aperti solo se vengono rispettate le misure di prevezione”

  • 16/03/2020 in 11:29
    Permalink

    già circolano false notizie di obblighi di chiusura dei cantieri e di tutte le attività edili…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *