Corso di aggiornamento in materia di protezione internazionale

Il fenomeno delle migrazioni comporta crescenti responsabilità da parte degli Enti Locali chiamati a svolgere una funzione fondamentale di accoglienza in particolare per ciò che riguarda la protezione internazionale. In questo ambito per i Comuni è quanto mai necessario sviluppare specifiche professionalità in materia finalizzate al rispetto e all’esercizio dei diritti di ciascuno.
A tal proposito l’Anci Basilicata ha sottoscritto il 12 luglio scorso un protocollo d’intesa con l’Asgi, Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione per promuovere cicli di formazione per gli amministratori e il personale dei comuni al fine di fornire ogni informazione utile al migliore sviluppo della cultura dell’integrazione attraverso la tutela dei diritti. Il primo corso di aggiornamento si terrà a Potenza il 30 novembre prossimo.
CORSO DI AGGIORNAMENTO IN MATERIA DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE
Potenza, 30 novembre 2017 ore 9,00 – sala B Palazzo del Consiglio Regionale – Viale V. Verrastro,6
Presentazione : Salvatore Adduce – Presidente Anci Basilicata
Saluti: Giovanna Stefania Cagliostro – Prefetto di Potenza
Emilio Libutti – Dirigente ufficio Autonomie locali Regione Basilicata
Pietro Simonetti – Presidente Coordinamento per le politiche immigrazione

I° Modulo (ore 9,30– 12,30) Relatori: avv. Lorenzo Trucco e avv. Angela Maria Bitonti
Novità in materia di protezione internazionale ed audizione del richiedente p.i.:

• elementi rilevanti per il riconoscimento della protezione internazionale: lo status di rifugiato e la      protezione sussidiaria;
• istruttoria e acquisizione informazioni per il colloquio in commissione;
• confronto sui casi pratici.
• la tutela giurisdizionale anche alla luce della L. 46/2017, di conv. del d.l. 13/2017.

Pausa Pranzo
II° Modulo (ore 14,00 – 17,00) Relatori: avv. Angela Maria Bitonti e avv. Dario Belluccio

L’accoglienza dei richiedenti asilo alla luce del d.lgs 142/15:

• differenza tra SPRAR e CAS ed il ruolo degli hotspot tra accoglienza e detenzione dei richiedenti asilo;
• standard di accoglienza e diritti del richiedente (accesso alla sanità, iscrizione anagrafica, lavoro)
• accoglienza dei minori;
• casi di revoca e differenze tra accoglienza nei CAS e nello SPRAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *