Crisi del Trasporto Pubblico Locale in Basilicata, la nota della UIL

“La crisi del Trasporto Pubblico Locale in Basilicata non sembra trovare ancora soluzioni definitive per assicurare la remunerazione ai dipendenti che in alcuni casi si vedono costretti a ricorrere a situazioni poco piacevoli pur di assicurare la presenza al lavoro e l’indispensabile al proprio nucleo famigliare”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa della Uil Trasporti.
“Tutto si poteva immaginare tranne che nel terzo millennio ci si trovasse con problemi tali da mettere in discussione la sopravvivenza dei lavoratori, dei disoccupati, della gente che oggi si vede sempre più impoverita e insicura per il prossimo futuro. Eppure i politici parlano e parlano ma non ascoltano, non si immedesimano nei bisogni dei loro elettori/cittadini e non risolvono le criticità che portano alla disperazione una intera comunità. – continua la nota – E come se non bastasse, in un momento già cosi deludente e lesivo dell’intelligenza comune, qualche ben pensante “datore di lavoro”, titolare di società di Trasporto bus di linea della bellissima provincia Materana, si permette il lusso di selezionare per sindacato e simpatia i dipendenti a cui pagare gli stipendi senza rendersi conto che tutto il suo organico contribuisce alla produttività di cui si vanta e a cui deve tantissimo se continua a espletare la sua missione. A questo “ben pensante”, recidivo nell’azione, forse sarebbe bene ricordargli che i suoi dipendenti iscritti alla UILTrasporti compiono gli stessi doveri dei loro colleghi e devono avere gli stessi diritti.
La UILTrasporti di Basilicata, se non si mette fine immediatamente a tale ingiustizia, sarà costretta ad adire alle giuste vie pur di cautelare i propri iscritti nel nome della parità di trattamento di tutto il personale dipendente. Inoltre la UILTrasporti di Basilicata rammenta che i dipendenti si devono considerare tutti uguali non solo quando li si costringe a manifestare contro gli enti concedenti per le mancate rateizzazione alla propria azienda ma sempre e per qualsiasi adempimento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *