Crispiano, ignoti rubano due cavalle da un’accademia di equitazione

Sembrano scomparse misteriosamente nel nulla, tanto da far temere il peggio. E’ la sorte di Siria e Lady, due cavalle dell’accademia italiana di equitazione “Il moro di Puglia”, che ha sede presso la masseria Francesca di Crispiano. I ladri hanno agito nel primo pomeriggio di sabato, accedendo nel paddock in cui i cavalli vengono tenuti liberi e che è adiacente ad un vigneto e ad un uliveto. E percorrendo proprio l’uliveto, il vigneto e un tratturo, i malviventi si sono introdotti nella masseria da un cancello secondario e, caricate le due cavalle su un camion, hanno effettuato il percorso inverso, per raggiungere la strada che porta a Montemesola. Il sospetto è che possa trattarsi di una banda che opera nel mondo della vendita degli animali per la macellazione clandestina, anche perché nell’ultima settimana altri maneggi di Talsano, Pulsano, Taranto e Grottaglie sono stati oggetto di analoghi furti.
“Oltre al dolore per quella che può essere stata la sorta delle due cavalle, c’è quello per gli utenti che grazie a Siria svolgevano attività di ippoterapia”, è stato il commento amaro di Michele Caroli, presidente del “Il moro di Puglia”. Siria, cavalla di razza Haflinger, 20 anni, veniva infatti impiegata soprattutto con i bambini autistici dell’associazione “Autismiamo onlus”, ma anche con anziani e disabili. Ogni seduta veniva svolta con l’utente di turno grazie ad un coadiutore e ad un addetto, apportando grandi benefici a chi ne usufruiva. Lady, 17 anni, era impiegata nella scuola di equitazione o per passeggiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *