Dario Brunori Live ad Argojazz

“Imprenditore mancato e neo-urlatore italiano”. Si definisce così Dario Brunori che si esibirà in un concerto giovedì 9 agosto a Marina di Pisticci per il cartellone Argojazz. Il cantante presenta nuovi e vecchi successi riarrangiati in chiave acustica, nella cornice intima della piazza antistante il Porto degli Argonauti alle ore 22,30. Le canzoni di Brunori sono disadorne e dirette, ora disilluse ora romantiche, ironiche e cremose, filtrate attraverso sonorità secche e retrò: quel retrò che è l’immaginario dei ricordi dei 30enni di oggi, ossia i primi anni 90. Il punto di non ritorno. Già con i Blume e con il collettivo Minuta, Brunori Sas sviluppa un percorso personale, riallacciandosi alla pura e semplice canzone all’italiana (Da Gaetano a Graziani, da Ciampi a Santercole), forgiandosi di rimandi provinciali e ricordi sbiaditi di un lungomare che fu. In “Vol. 2 Poveri Cristi” si ritrovano i temi della poetica brunoriana: l’attenzione per i piccoli gesti, la religione cattolica, il realismo evocativo, il nazional-popolare affrontato con affetto e misericordia, la precarietà emotiva della nuova generazione. Ma l’iperrealismo popolare fatto di istantanee si arricchisce di una scrittura sempre più matura e corposa, che conserva un linguaggio sobrio e spietato, tipico di un cronista lucido e innamorato. Nel 2011 ha vinto il premio miglior live al MEI. Con “Vol.1”, Brunori era riuscito a fissare nell’ immaginario collettivo il suo universo personale. In “Vol. 2” si lascia alle spalle la nostalgia e affronta di petto il presente, spostando lo sguardo sulle storie di vita altrui. I suoi Poveri cristi sono persone normali che compiono imprese normali, non giudicati dall’alto ma descritti con una pietas e una simpatia (nel senso greco di “soffrire insieme”) che fanno di Brunori stesso un povero cristo. Quest’anno Brunori è stato chiamato dal regista Lucio Pellegrini, per comporre la colonna sonora del film “È nata una star?”, tratto dal romanzo di Nick Hornby, con Luciana Littizzetto e Rocco Papaleo. Undici pezzi che arricchiscono il repertorio dell’artista calabrese, con ballate acustiche e brani intimisti che vanno dal pop al cantautorato.

Prima dell’esibizione di Brunori ci sarà la consegna del Premio Argojazz sezione poesia a Anna Petrelli in arte “AMA”, autrice della raccolta di poesie “Eclissi” il cui tema principale è l’amore, l’amore sedotto, l’amore sfuggente, l’amore perduto, l’amore come fulcro della vita, al centro delle emozioni. Durante la serata è prevista anche la degustazione gratuita di prodotti enogastronomici lucani del paniere Panecotto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *