Dda di Lecce chiede il rinvio a giudizio per l’ex gip del Tribunale di Bari, De Benedictis

La Dda di Lecce ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex gip del Tribunale di Bari Giuseppe De Benedictis, per l’avvocato penalista barese Giancarlo Chiariello e altre sette persone, accusate di tangenti in cambio di scarcerazioni. L’udienza preliminare inizierà il 5 ottobre a Lecce
Gli imputati rischiano il processo per i reati, a vario titolo contestati, di concorso in corruzione in atti giudiziari, corruzione per atto contrario al dovere d’ufficio e rivelazione del segreto d’ufficio. Le accuse erano state formulate lo scorso 24 aprile, quando De Benedictis e Chiarello sono finiti in carcere. 
Il rinvio a giudizio, chiesto dai pm Roberta Licci, Alessandro Prontera e dal procuratore Leonardo Leone De Castris, riguarda quattro presunti episodi di corruzione in atti giudiziari relativi ad altrettante scarcerazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *