Deposito scorie nucleari, la Commissione Bilancio ha approvato l’emendamento Fornaro

La Commissione Bilancio ha approvato l’emendamento ‘Fornaro’, che rinvia di 180 giorni la presentazione delle contro deduzioni al piano per il deposito nazionale delle scorie nucleari. Sul tema è intervenuto Piero Lacorazza, vice responsabile organizzazione del Partito democratico Sud e Isole.
“Lo avevamo sostenuto sin dal primo momento che non sussistevano le stesse condizioni del 2003, quando, mentre l’Italia piangeva i morti di Nassiriya, il governo Berlusconi scelse con un decreto di ubicare a Scanzano Jonico il sito unico per le scorie nucleari. – ha detto Lacorazza – Andando incontro innanzitutto alle richieste dei presidenti di Provincia, dei Sindaci e degli amministratori locali, delle forze sociali e delle associazioni del territorio, il Pd, grazie alla iniziativa delle parlamentari Chiara Braga e Stefania Pezzopane, ha proposto, con esito positivo, un differimento dei termini per la presentazione delle osservazioni nella procedura che porterà alla definizione del deposito per le scorie nucleari. Chiedo al presidente Bardi ed all’assessore Rosa di riconoscere l’enorme differenza rispetto al 2003 evitando di sollevare un baccano al fine di coprire i fallimenti di questi due anni di legislatura come, anche su questa vicenda, hanno segnalato i consiglieri regionali del centrosinistra e in particolare quelli del Pd Roberto Cifarelli e Marcello Pittella. Se c’è davvero buona fede nell’assumere posizioni di difesa della Basilicata si abbia l’onestà intellettuale di ringraziare il Pd per questa iniziativa legislativa e si uniscano le forze per dimostrare la non idoneità del territorio ad ospitare il sito per la messa in sicurezza delle scorie nucleari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *