Dimensionamento scolastico, il Consiglio provinciale dice no ai tagli degli organici

classe scuolaNel consiglio Provinciale di ieri il capogruppo del partito democratico, la consigliera Anna Amenta, a nome della maggioranza, ha proposto un ordine del giorno che, integrato e supportato dalla minoranza, ha ribadito la contrarietà dell’intero Consiglio ai tagli sull’organico della scuola previsti per il 2013/2014 per la regione Basilicata che vede maggiormente penalizzata la provincia di Matera.

“Premesso che:

• il MIUR, con proprio provvedimento, ha ridotto l’organico del personale docente di tutti gli Istituti scolastici;

• con questo provvedimento si penalizza ulteriormente il tessuto scolastico sia in termini di riduzioni di posti di lavoro che della qualità dell’offerta formativa;

• questa Amministrazione Provinciale, con nota del Presidente, da subito si è attivata nei confronti dell’Ufficio Scolastico Regionale della Basilicata e che quest’ultimo, con propria nota del 25.07.2013, ha dato una risposta evasiva e poco esaustiva in merito al problema posto dal Presidente della Provincia;

Considerato che:

• a fronte delle riduzioni di iscrizioni nelle province di Matera e Potenza (meno 300 nell’una e meno 1300 nell’altra), vi è una disparità di trattamento in merito ai rispettivi organici;

• con successivo provvedimento, il MIUR assegnava ulteriori 20 posti per la Basilicata;

• il termine per eventuali osservazioni era il 31.07.2013;

• il Consiglio, già convocato per il 30.07.2013, venne rinviato per la giornata di lutto nazionale proclamato dal Consiglio dei Ministri;

ribadisce

la propria contrarietà all’iniquo piano di riduzione dell’organico 2013-2014;

impegna

Il Presidente della Provincia a continuare a intraprendere ogni utile iniziativa affinché venga rivista la ripartizione dei tagli di organico a favore del territorio della provincia di Matera, considerato che lo stesso è fortemente penalizzato dal piano proposto e che i 20 posti vengano assegnati alla Provincia di Matera.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *