Disagi all’aeroporto di Brindisi a causa dello sciopero delle guardia giurate dell’Ati

Aeroporto Brindisi: sciopero Alitalia e guardie giurate

Come nelle previsioni, a partire da mezzogiorno di ieri si sono registrati disagi nei controlli di sicurezza presso l’aeroporto di Brindisi, a causa dello sciopero delle guardie giurate dell’Ati, composta da Securpool e Sicuritalia che presidia l’area security. La mobilitazione è stata indetta a livello nazionale nello stesso giorno in cui era previsto anche lo sciopero del personale Enav, successivamente rientrato, e dei dipendenti Alitalia.
Le organizzazioni sindacali di categoria da tempo, infatti, chiedono il rinnovo del contratto nazionale del lavoro di vigilanza privata, che tarda ad arrivare, e le proposte finora formulate dalle associazioni datoriali sono ritenute “inadeguate e inopportune”.
Oltre a chiedere l’adeguamento dei salari, i sindacati sollevano la questione flessibilità. “Il modello di flessibilità proposto dalle associazioni datoriali, non è flessibilità, ma quasi una forma di schiavismo. I datori di lavoro propongono infatti la possibilità di utilizzare gli operatori per 14 giorni di fila, con un solo giorno di riposo. Inoltre vorrebbero introdurre la flessibilità sugli orari, cosa che di fatto comporterebbe la possibilità di utilizzare gli operatori a qualsiasi ora del giorno, nell’arco delle 24 ore”, ha spiegato Armando Mundi della Filcams Cgil.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *