Discarica Colobraro, l’UGL incontra i vertici Assessorato Regionale Ambiente

“L’Ugl di Matera rappresentata dal segretario provinciale Luigi D’Amico, dal segretario provinciale della Ugl Igiene Ambientale Casimiro Santarcangelo e da Giuseppe Labriola, ha incontrato il dirigente dell’Assessorato Regionale all’ambiente, dr. Donato Viggiano. Erano presenti inoltre, il segretario regionale generale Ugl Basilicata, Giovanni Tancredi ed il Consigliere Regionale, Giuseppe D’Alessandro”. E’ quanto fa sapere l’ufficio stampa dell’Ugl Basilicata.

“Si è affrontata la spinosa vicenda dell’Impianto di Stabilizzazione con annessa discarica di Colobraro, oramai chiuso da ben sei mesi causando non pochi problemi di carattere sociale ed economico alle Amministrazioni locali ed alle Comunità locali. L’Ugl ha denunciato con forza la situazione grave ed ha fatto presente al Dirigente regionale, dr. Viggiano che il perdurare dello stallo nell’acquisizione della gestione da parte della Amministrazione Comunale di Colobraro, il forte ritardo nell’avviare i lavori di rafforzamento per l’ampliamento della disponibilità volumetrica della discarica stanno producendo danni insopportabili alle Amministrazioni locali, alle famiglie e si è ricorso alla CIG in deroga a partire dal 1 gennaio 2013 per i dodici lavoratori impegnati nell’attività presso l’Impianto di Colobraro. La mancata effettuazione dei lavori, già deliberati dall’AIA a maggio 2012, ha costretto moltissime Amministrazioni locali ad affrontare non pochi problemi per lo smaltimento dei propri rifiuti che si aggraveranno ancora di più con l’approssimarsi della stagione stiva turistica. Il dr. Viggiano – conclude la nota Ugl – ha assicurato che la Regione sta provvedendo ad adempiere agli ultimi atti amministrativi per procedere in tempi brevissimi all’inizio dei lavori presso l’Impianto di Colobraro onde consentire in tempi brevi al riavvio dell’attività lavorativa per le dodici unità lavorative ed al ripristino del conferimento dei rifiuti presso la discarica da parte delle Amministrazioni Comunali”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *