Distrutte baracche del ‘Ghetto di Rignano’

Una trentina di baracche del cosiddetto ‘Ghetto di Rignano’ sono andate distrutte la notte scorsa da un incendio divampato molto probabilmente a causa di un fornello (o di una stufetta), lasciato distrattamente acceso da un migrante. Teatro del fatto di cronaca, un villaggio nelle campagne tra Foggia e San Severo, che ospita un centinaio di migranti e accoglie braccianti stagionali.
Sul posto sono intervenute squadre dei Vigili del fuoco che hanno lavorato circa 4 ore per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza le varie bombole di gpl presenti nelle baracche. Non si registrano feriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *