Domani a Massafra la raccolta firme del PD per la doppia preferenza

Domenica 29 aprile 2012 il Coordinamento delle Donne Democratiche del circolo PD di Massafra, nei pressi della sede in Corso Roma 82, avvierà la raccolta firme per sostenere la proposta di riforma della legge regionale n. 2 del 28.01.2005 in materia di riequilibrio della rappresentanza di genere nelle elezioni del Consiglio Regionale e Presidente della Regione.

Con tale proposta di legge, formulata sul modello campano, si intende raggiungere l’obbiettivo di una più forte presenza femminile in Consiglio Regionale, chiedendo che:

 in ogni lista per l’elezione al consiglio regionale nessuno dei due sessi, possa essere rappresentato in misura superiore al 50%, pena la non ammissibilità della lista;

 che in tutti i programmi di comunicazione politica venga assicurata la presenza paritaria di candidate/i di entrambi i sessi, nei messaggi autogestiti venga messa in risalto con pari evidenza la presenza di candidate/i di entrambi i sessi nella lista presentata dal soggetto politico che realizza il messaggio

e, soprattutto,

 per l’elettore, la possibilità di esprimere uno o due voti di preferenza, scrivendo il cognome ovvero il nome e il cognome dei candidati compresi nella lista stessa. Nel caso di espressione di due preferenze queste non potranno riferirsi a candidati dello stesso sesso. Nel caso di indicazione di doppia preferenza per candidati dello stesso sesso la seconda è nulla.

È importante che le donne siano più presenti e più rappresentate sulla scena politica, specie nel nostro Consiglio Regionale, dove su ben 70 consiglieri, solo 3 sono donne!

Una percentuale bassissima pari al 4,28% dell’intera rappresentanza.

Tale proposta di legge mira proprio a novellare la suddetta legge regionale in modo che anche la Regione Puglia assicuri “pari opportunità tra donne e uomini” nel rispetto e pieno adempimento dell’art.51 della nostra Costituzione e che anche il sistema elettorale pugliese promuova “la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive”, così come sancisce l’art. 117 settimo comma della nostra Carta Costituzionale.

Nella Regione Campania, dove il sistema della preferenza di genere è stato già attuato, il numero di donne elette in Consiglio Regionale è passato da 2 a 14 su 60 componenti, facendo salire la percentuale delle donne presenti in Consiglio al 23%!

Per la modifica di legge occorrono 15.000 firme ma è bene raccoglierne almeno 50.000, in tutta la regione.

La raccolta delle firme in Puglia è stata avviata dall’assessore regionale al Welfare Elena Gentile l’8 marzo scorso, festa della donna ed al comitato promotore hanno già aderito tutti i gruppi consiliari della Regione Puglia.

Domenica p.v. anche a Massafra si avvierà la raccolta firme sostenendola con impegno, così come già annunciato in occasione dell’iniziativa svoltasi lo scorso 12 marzo “Il lavoro delle donne tra precarietà e condizionamenti” riscuotendo tanto consenso e partecipazione.

Sottoscrivere questa proposta di modifica di legge elettorale è un’occasione straordinaria: significa credere nel coraggio, nella sensibilità, nella concretezza, nella forza, nell’impegno, nella determinazione delle donne in politica!

Sottoscrivere significa dare valore e senso al concetto di uguaglianza e pari opportunità!

Noi confidiamo in questa proposta di modifica di legge e chiediamo pertanto ai nostri cittadini di aderirvi: possono firmare tutti i cittadini/e italiani con diritto di voto residenti in Puglia, purché abbiano compiuto 18 anni al momento in cui firmano.

In un momento di profonda crisi dove avanza sempre più un vento di antipolitica, avvicinare le donne alla vita della pubblica amministrazione aiuterà a colmare il divario venutosi a creare tra politica e cittadini.

Per maggiori informazioni:

– htpp//www.doppiapreferenza.it

– info@doppiapreferenza.it

Imma Semeraro – Coordinamento delle Donne Democratiche

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *