Domenico Totaro nuovo commissario della Federazione Italiana dei Parchi di Basilicata

Il Coordinamento Regionale della Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali della Basilicata ha eletto il suo nuovo coordinatore nella persona del commissario straordinario dell’Ente Parco dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese Domenico Totaro. L’elezione è avvenuta ieri, durante i lavori del coordinamento dell’associazione ai quali era presente anche il Presidente Nazionale di Federparchi Giampiero Sammuri. La scelta di Totaro per l’importante carica della federazione, che riunisce ben 160 organismi di gestione di aree protette, oltre ad alcune regioni e province, è stata fatta all’unanimità da tutti i membri del coordinamento di Basilicata.

“Bisogna fare sistema affinché la regione Basilicata possa essere una vetrina nazionale –ha affermato il neoeletto Totaro. Il coordinamento regionale ha un valore aggiunto perché il confronto è sempre un momento di arricchimento reciproco. Il mio impegno –ha affermato- sarà costante e la tutela e la promozione saranno tra i nostri obiettivi da raggiungere”.

Il primo a commentare positivamente la scelta è stato proprio il Presidente Nazionale Sammuri, che ha sottolineato come “il commissario Totaro abbia sempre partecipato alle attività di Federparchi, e anzi è grazie a lui se il Parco dell’Appennino Lucano si è iscritto a Federparchi. Credo che per il mondo dei Parchi sia importante avere un’associazione che aiuti ad interloquire in modo proficuo con chi governa.” Sammuri ha poi sostenuto la necessità di fare una conferenza regionale sulle aree protette promossa da Federparchi.

Per Pappaterra, Presidente del Parco Nazionale del Pollino, “la nomina del commissario Totaro a coordinatore regionale di Federparchi corrisponde ad una forte volontà di costruire in Basilicata una rete unitaria del sistema dei Parchi nazionali e regionali. Con Totaro –ha continuato Pappaterra- abbiamo costruito un proficuo rapporto che non potrà non portare alla realizzazione di obiettivi importanti per le aree protette regionali. Un primo impegno da portare avanti è quello di far aderire alla Federparchi anche la Regione Basilicata. In vista di questo obiettivo faremo un incontro apposito con l’assessore all’ambiente Agatino Mancusi, che sta prestando una grande attenzione ai Parchi lucani”. Lo stesso Mancusi, alla fine dei lavori del coordinamento, ha portato i suoi saluti.

Marco De Biase di Legambiente, invece, ha posto “attenzione all’emergenza petrolio” sostenendo la necessità di fare rete e condividendo in pieno la nomina di Totaro, il quale, ha detto “ha svolto un ottimo lavoro.”

Anche il rappresentante dell’altra associazione ambientalista presente in Federparchi, il rappresentante del WWF Luigi Agresti, ha affermato di “ritenere fondamentale fare squadra e lavorare per avere maggiori investimenti, rafforzando il ruolo del mondo dei Parchi con la regione.” Difendere il territorio e completare il sistema delle aree protette istituendo il Parco del Vulture, sono per Agresti le altre priorità. Anche per lui “piena condivisione nella scelta di Totaro”, condivisa ampiamente anche dal Presidente del Parco regionale di Gallipoli-Cognato Rocco Lombardi.

Infine il Presidente del Parco della Murgia Materana Pier Francesco Antonio Pellecchia ha affermato che “la rete dei Parchi è un punto di partenza per lo sviluppo della nostra regione. La rappresentanza in Federparchi deve sostenere le nostre posizioni, farci avere una voce univoca, anche perché non vi sono distinzioni tra Parchi regionali e nazionali.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *