Due ministri lucani nella nuova squadra di Governo

Nel nuovo esecutivo ci saranno due ministri lucani. Il premier Giuseppe Conte, infatti, ha ufficializzato le due cariche dopo aver sciolto la riserva con il presidente della Repubblica.
Luciana Lamorgese è il nuovo ministro degli Interni. Nata a a Potenza, classe 1953, sposata, due figli, Lamorgese ha alle spalle una lunga carriera nel mondo della giurisprudenza che l’ha portata a coprire ruoli importanti come per esempio quello di prefetto di Milano, la prima della storia della città lombarda.
Incarico ricoperto nel 2010 ricoperto anche a Venezia prima di trascorrere quattro anni al Viminale dove è stata capo di gabinetto dal 2013 al 2017. Molto attiva anche per quanto riguarda l’immigrazione. Nel 2011 è stato soggetto attuatore “per l’espletamento di tutte le attività necessarie per l’individuazione, l’allestimento o la realizzazione e la gestione delle strutture di accoglienza nella Regione Veneto”.
L’altro neo ministro lucano è Roberto Speranza, titolare del Ministero della Salute. Potentino, classe 1979, proveniente da una famiglia socialista: il padre Michele, già impiegato nella pubblica amministrazione, è un militante della sinistra lombardiana nel Psi.Nel 2004, a venticinque anni, Roberto Speranza viene eletto consigliere comunale a Potenza con i Democratici di Sinistra. Nel 2005 viene eletto nell’esecutivo nazionale del movimento giovanile dei Democratici di Sinistra, Sinistra Giovanile, di cui un paio di anni più tardi diventa presidente. Nel 2007 entra a far parte della costituente nazionale del Partito Democratico. Nel 2017 viene eletto coordinatore nazionale di Articolo 1-Mdp e nel 2019 viene rieletto deputato nelle liste di Liberi e Uguali. L’anno successivo, a febbraio, Walter Veltroni lo nomina nel comitato nazionale dei Giovani Democratici assegnandogli la mansione di creare una nuova organizzazione giovanile del Pd.

 

 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

I due nuovi ministri giureranno con gli altri colleghi domattina alle 10 al Quirinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *