Duplice intervento chirurgico per una ragazza albanese

Una ragazza albanese di 14 anni, trasferita a Potenza nell’ambito delle attività di solidarietà programmate dall’associazione Heart of Children, è stata sottoposta stamattina ad un duplice intervento al cuore, effettuato presso l’ospedale San Carlo di Potenza. La ragazza soffre di due diverse patologie: la pervietà del dotto di Botallo (l’evento della chiusura si consuma solitamente alla nascita, separando la circolazione venosa e arteriosa) e un blocco atrioventricolare congenito (il suo cuore, sotto sforzo, non aumenta frequenza e questo problema le rende difficoltoso sostenere qualsiasi attività fisica).

I due interventi sono svolti in un’unica seduta dall’equipe medica guidata dal cardiologo romano dell’HoC Luigi Ballerini, che chiuderà il dotto di Botallo con una tecnica emodinamica (nei neonati è usata invece la cardiochirurgia: in questo caso sarà evitata l’apertura dello sterno, risparmiando alla ragazza cicatrici al petto e una più lunga degenza e decorso). Il prof. Ballerini è coadiuvato dal responsabile dell’Elettrofisiologia interventistica del San Carlo, Pietro Grieco, e dal cardioanestesista Giuseppe Adurno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *