E-Government al servizio della Provincia, riattivati i servizi del CST

I servizi informatici nell’ambito della gestione del Centro servizi Territoriale per l’e-Government in capo alla Provincia di Matera sono stati riavviati. La ditta, aggiudicataria della procedura di gara mediante cottimo fiduciario, si occuperà per conto dell’Ente di via Ridola di completare il progetto del CST finanziato dalla Regione con fondi comunitari.

“In un contesto caratterizzato da una rapida e profonda trasformazione – ha sottolineato il presidente della Provincia di Matera Franco Stella – le pubbliche amministrazioni sono chiamate a svolgere un ruolo fondamentale per lo sviluppo economico e sociale dei propri territori. Esse devono poter dare risposte a bisogni più complessi e mutevoli rispetto al passato, diventa pertanto fondamentale che gli enti sviluppino la propria capacità di innovazione finalizzata a migliorare la qualità dei servizi e l’efficacia delle politiche pubbliche, recuperando qualità ed efficienza. Un esempio concreto e tangibile di quel processo di cambiamento tanto auspicato dalla società civile e perseguito dalle buone amministrazioni.”

“Un quadro generale dove lo slancio tecnologico, diventando motore dello sviluppo di un intero Paese e garanzia di elementi strategici quali trasparenza e legalità, definisce il proprio ruolo di priorità per qualsiasi governo territoriale. Con questa consapevolezza abbiamo  – ha proseguito il presidente Stella – riavviato il CST, definendo gli elementi chiave del processo di innovazione provinciale.”

La Provincia, senza gravare sul proprio bilancio o su quello degli aderenti al CST, metterà in movimento numerosi servizi: aggiornamento e implementazione del portale internet, con particolare riferimento al portale per le gare telematiche; attivazione di un sistema per la creazione di portali internet per la Provincia e gli enti aderenti e uno per l’invio di newsletter e sms; supporto alla sperimentazione del VoIP (telefonia su rete internet); assistenza tecnico-informatica agli enti aderenti al CST e altri servizi di supporto all’innovazione tecnologica della rete.

“Grazie alla riattivazione del CST – ha concluso Stella – diamo al territorio una ulteriore opportunità di progresso.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *