E’ scomparso Mario Tommaselli

“E’ con grande dolore e commozione che ho appreso oggi della scomparsa di Mario Tommaselli, testimone illustre di un impegno quotidiano nella difesa del patrimonio ambientale e culturale della città”. Lo afferma il sindaco, Salvatore Adduce, nel commentare la scomparsa dell’illustre concittadino. “Ricordo in particolare – aggiunge il sindaco – il suo grande impegno per la redazione delle leggi istitutive del parco del Pollino e del parco della Murgia materana. I suoi utili consigli e la sua attenzione quotidiana rappresentarono un grande contributo di idee offerto con generosità e disponibilità. Nel corso dei lunghi anni di stima e amicizia ricordo, in particolare, due parole che hanno sempre contraddistinto la sua vita: amore e ottimismo. Amore per la città, per le persone, per la cultura, per l’ambiente; ottimismo anche quando gli imprevisti lo mettevano di fronte alla complessità della vita quotidiana. Il suo impegno per la tutela dell’ambiente, dei beni culturali e del territorio ha fatto più grande e più bella la nostra città. Alla sua famiglia va il più sentito cordoglio dell’Amministrazione, del Consiglio comunale e dell’intera città”.

Cordoglio è stato espresso anche da Vito De Filippo, presidente della Giunta di Basilicata “La scomparsa di Mario Tommaselli è una grave perdita per la Basilicata. Precursore dell’ambientalismo nella regione, ha contribuito con i suoi studi condotti con la passione del ricercatore, a far nascere nella Basilicata degli anni sessanta protesa verso l’industrializzazione la consapevolezza del valore dell’ambiente e della sua tutela. Si deve a lui se la Basilicata può vantare tra i suoi gesti di inestimabile valore le chiese rupestri sulla Murgia materana, riscoperte e valorizzate, e oggi meta turistica. Alla sua famiglia va il mio cordoglio personale e della Basilicata. Simonetta Guarini, segretaria del Pd di Matera, ricorda Tommaselli come “una figura di riferimento dell’ambientalismo, non solo materano, ma dell’intera Regione. Il suo contributo alla tutela, alla valorizzazione e al rispetto dell’ambiente e dell’arte del nostro territorio è un patrimonio prezioso per la nostra comunità, ed uno stimolo a proseguire nel solco del percorso da lui tracciato con competenza e passione”

Anche l’Unitep ha voluto ricordare Tommaselli, tramite le parole del suo presidente Angelantonio Pellecchia:”Apprendiamo con costernazione la scomparsa dell’amico fraterno Mario Tommaselli, già docente di questa Associazione. Tutta l’Unitep è vicina alla famiglia e in questo triste momento intende ricordare le sue qualità umane, intellettuali e culturali, nonché il suo attaccamento alla natura, alla città di Matera e all’intero territorio lucano”. Infine, il ricordo di Domenico Zappaterra, presidente del Parco del Pollino:”con Tommaselli va via un pezzo del parco. Saluto con tristezza un amico del Pollino e della montagna. Sin dal mio insediamento all’Ente Parco, mi ha sempre incoraggiato e sostenuto nelle azioni di governo del territorio”

La camera ardente sarà allestita nella sala della mediateca provinciale, Palazzo dell’Annunziata, piazza Vittorio Veneto, e resterà aperta al pubblico dalle ore 12 alle ore 20 di oggi e dalle ore 9 alle ore 14 di domani. I funerali si svolgeranno domani alle ore 16, presso la chiesa di S.Agnese, rione Agna. Resterà aperto anche il libro delle firme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *