EBA-NAV, la navigazione virtuale per trattare la frattura del femore al centro del Congresso degli Ortopedici di Puglia e Lucania

Il sistema EBA-NAV, la navigazione virtuale per il trattamento della frattura del collo del femore, sarà uno dei temi al centro del Congresso interregionale APLOTO 2020. Il congresso, che si svolgerà il 4 dicembre 2020 dalle ore 14 alle 17 in modalità on-line nel rispetto delle misure anti-contagio, sarà per l’Associazione che riunisce gli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri di Puglia e Lucania l’occasione  per condividere esperienze e aprire il confronto sulle più recenti novità tecnologiche in campo ortopedico e traumatologico, con un focus sull’inchiodamento nelle fratture pertrocanteriche e su casi clinici di pseudoartrosi di femore.

Dalle ore 14 alle 14:30, in particolare, il dr. Enzo Caiaffa, direttore della U.O.C. di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale “Di Venere”, presenterà l’innovativo sistema di navigazione virtuale, impiegato con successo già da alcuni mesi per trattare le fratture del collo femore, un evento traumatico che  specie nella popolazione anziana – è causa non trascurabile di mortalità e disabilità.  Tale sistema, ideato e sviluppato grazie ad una stretta collaborazione fra la ASL di Bari, l’Ortopedia del Di Venere ed aziende del settore, rappresenta una novità assoluta nella traumatologia del collo del femore ed è il primo ad entrare in commercio su scala mondiale, dopo che l’8 ottobre scorso è stato illustrato durante il Trauma Meeting 2020 di Riccione.

Nel programma del webinar, di cui è responsabile scientifico il dr. Claudio Mori, direttore dell’Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale di Altamura, sono previste tre sessioni in cui, oltre al sistema EBA-NAV, si discuterà di diversi casi clinici di pseudoartrosi di femore e del ruolo delle onde d’urto e della stimolazione biofisica nelle PSA (pseudoartrosi) di femore. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *