Emergenza Covid-19, considerazioni del responsabile delle relazioni sindacali del Partito Idea, Mino Salvi

Mino Salvi, responsabile delle relazioni sindacali del Partito Idea di Massafra (Ta): “Non abbiamo scampato proprio nulla. Mentre aumentano le percentuali della mobilità delle persone, sono tante le ipotesi per una ripartenza graduale. Quel che è certo, come ha confermato il Ministro della Salute Speranza, è che l’indice di contagio ha iniziato la discesa, ma la battaglia è ancora nel suo pieno”.

“Per questo – aggiunge Salvi – è necessario rispettare il distanziamento sociale. Una misura che servirà anche dopo, almeno fino al raggiungimento di un  vaccino. A Roma è morto un poliziotto, faceva parte della scorta del premier Conte, che era stato ricoverato nelle scorse settimane. La “Battaglia” contro il Coronavirus prosegue, ma bisogna evitare di cominciare a pensare che stiamo vincendo e astenersi dal pensare che sia arrivato il momento di tornare alla normalità.

Numeri che continuano anche oggi sul ritmo dei giorni passati, i nuovi casi sono 4.805, mentre i morti sono 681. In totale sono 124.632 i casi dall’inizio dell’epidemia. La guardia giustamente non va abbassata, come ha ricordato anche il presidente del Consiglio Superiore della Sanità Franco Locatelli, durante la conferenza stampa quotidiana.

Al momento l’unica data indicata per un lento inizio della ripresa è del 13 Aprile. Difficile però, pensare di tornare rapidamente alla normalità, la cosiddetta fase 2 quella di convivenza con il virus, ci imporrà ancora rigide distanze interpersonali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *