Emergenza Xylella, la Uila Puglia chiede il coinvolgimento di tutti gli enti per debellarla

“Ognuno faccia la propria parte per contrastare il vettore della Xylella”. E’ l’appello che è stato lanciato dalla Uila Puglia a tutti gli attori della filiera, alle istituzioni, ai policy maker e ai portatori di interesse. La Uila chiede che tutti si possano attivare per rispettare e far rispettare i protocolli stilati dalle autorità in materia di interventi di manutenzione e gestione dei terreni.
“Il lavoro agricolo, già in ginocchio, rischia di essere colpito fatalmente se la batteriosi attecchisse nel Sud Est e nel Centro-Nord Barese. – ha detto il Segretario Generale Pietro Buongiorno – Siamo molto preoccupati dal mancato rispetto delle norme regionali che prevedono di espletare entro il 10 maggio gli interventi di lavorazione dei terreni e manutenzione delle aree a verde pubblico, dei bordi stradali e lungo i canali. La Xylella non è un problema che riguarda solo agricoltori e lavoratori agricoli, ma è una questione di rilevanza sociale che coinvolge in maniera diretta hobbisti, amministratori locali, curie, imprenditori immobiliari. Chiunque possiede o gestisce finanche il più piccolo appezzamento di terra deve sentirsi coinvolto e, soprattutto, responsabilizzato. Il mondo della scienza ci dice che dobbiamo convivere con un batterio che ha colpito 50mila ettari di uliveti su una superficie di 200mila. Complessivamente sono stati distrutti 5 milioni di piante sui 70 milioni della Puglia”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *