Puglia: Emiliano ha incontrato la delegazione della diocesi di Kostroma/Chiesa ortodossa russa di vecchi credenti

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha incontrato ieri mattina una delegazione della Diocesi di Kostroma/Chiesa Ortodossa di Antico Rito della Federazione russa.

Nel corso dell’incontro Emiliano ha ricevuto un Certificato d’Onore di Sua Grazia il Vescovo Vincent, il più alto riconoscimento per l’Antica Chiesa Ortodossa Russa dei Vecchi Credenti, e una preziosa riproduzione della più antica icona di San Nicola Taumaturgo custodita presso Chiesa di Kostroma.

“Oggi abbiamo ricevuto un altissimo riconoscimento – ha detto il presidente della Regione Puglia – che si affianca a quello del Cavalierato di San Serafino che mi era stato concesso dal Patriarca di Mosca. Adesso due delle Chiese ortodosse più importanti russe, grazie al ruolo che abbiamo svolto a tutela del culto di San Nicola, ci hanno onorato con questi riconoscimenti. rappresentano anche una grande responsabilità perché il mondo, in questo momento, è in una grande tensione che noi ci auguriamo possa essere rapidamente superata. A febbraio Papa Francesco sarà proprio qui per far dialogare i patriarchi di tutto il Mediterraneo e i vescovi e credo, anche e soprattutto per pregare insieme per la pace nel mondo. Il ruolo della Puglia – ha concluso Emiliano – è questo, e noi stiamo cercando umilmente, da meri facilitatori di cose pratiche, di fare in modo che la Puglia sia all’altezza delle aspettative di tutti”.

L’iniziativa si inserisce in un percorso di implementazione della rotta russa nicolaiana – corrispondente alla ricostruzione del pellegrinaggio internazionale del venerabile e primo pellegrino russo Barlaam dalla natia Rostov Velikj fino alla Basilica di san Nicola a Bari e vede la partecipazione dei rappresentanti della Diocesi di Kostroma/Chiesa ortodossa russa dei vecchi credenti, della Diocesi di Jaroslavl (Chiesa Ortodossa Russa di Nuovo Rito) e delle Amministrazioni interessate (Regione di Jaroslavl, Amministrazioni di Rostov Velikj e Uglic).
La delegazione, composta da 13 persone, otre agli incontri con altre autorità religiose ed istituzionali, proseguirà poi nel Salento con tappe a Brindisi, Lecce, Santa Maria di Leuca, interfacciandosi con le esperienze in corso di un Itinerario su cui si stanno effettuando importanti iniziative, come la Via Francigena del sud.

LINK VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *