Emiliano potrebbe impugnare il decimo decreto Ilva davanti alla Corte Costituzionale

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, darà mandato all’Avvocatura regionale di valutare se sussistono i presupposti per impugnare il decimo decreto Ilva davanti alla Corte Costituzionale. Lo ha reso noto lo stesso governatore pugliese con una nota.
“La misura infatti è colma. La pazienza dei tarantini e dei pugliesi è finita. Siamo stanchi – afferma Emiliano – di vedere i bambini di Taranto ammalarsi di tumore nella misura del 30% in più rispetto agli altri bambini italiani”. “Il decimo decreto Ilva – secondo Emiliano – è l’ennesimo errore dei vari Governi italiani succedutisi nel tempo sulla vicenda dell’acciaieria Ilva di Taranto”. “Si ritiene ingenuamente da parte del Governo in carica – aggiunge Emiliano – di facilitare la vendita a privati dello stabilimento, concedendo l’immunità dal diritto penale oltre che ai commissari, anche agli acquirenti dello stabilimento per le attività di esecuzione della Autorizzazione Integrata Ambientale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *