Ennesimo parto gestito dagli operatori del 118

“Il neonato ha una dannata fretta di vedere la luce e nasce fra le braccia degli operatori del 118 della Basilicata. E’ successo l’altra notte a Montegiordano Marina (Cosenza)”. Lo ha eriferito la Uil Fpl, precisando che la mamma è una donna rumena di 24 anni, alla sua terza gravidanza che, appena raggiunta dal personale del 118, assistita dall’Infermiere Dott.ssa Teresa D’Alessandro e dall’Autista Sig.re Vincenzo Castrovillari, ha dato alla luce il figlio.
“Il parto è avvenuto senza complicanze; la mamma ed il bambino sono stati trasportati successivamente presso il Pronto Soccorso di Policoro e non vi è stata alcuna necessità di attendere l’arrivo dell’ambulanza medicalizzata del cosentino. – si legga nella nota – L’equipaggio, coadiuvato dalla Centrale Operativa di Basilicata che telefonicamente ha seguito senza indugio le fasi del soccorso, è arrivato nella casa di Via Lungomare intorno all’1 della notte tra il 27 e il 28 novembre scorso. Il bimbo è nato alle 01.30 circa e, si è preferito trasportare mamma e bambino al pronto soccorso di Policoro”.
La donna è rimasta in travaglio per circa 20 minuti, ed i professionisti del Dires Basilicata hanno capito subito che non avrebbero fatto in tempo ad arrivare in ospedale; pur con la strada libera, essendo notte, l’ambulanza aveva un ‘cronoprogramma’ di circa 30 minuti di percorso, durante i quali l’equipaggio, assumendosene le responsabilità, ha valutato l’opportunità di assistere la donna in casa per tutta la fase della nascita, garantendo così la sicurezza di mamma e bambino.
“Il bambino e la mamma stanno bene, ed hanno anche una bella storia da raccontare”, continua la nota sindacale – E’ stata una grandissima gioia vedere ancora una volta e sempre più spesso, associato il 118 alla Sanità eccellente. Rivolgiamo i più sinceri auguri alla famiglia e le congratulazioni più vive all’equipaggio intervenuto, come sempre all’altezza delle proprie delicate responsabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *