Ennesimo raid nel centro di compostaggio del borgo La Martella

Si è tenuta ieri pomeriggio, nel Palazzo del Governo, una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocata dal prefetto della provincia di Matera, Francesco Monteleone, su richiesta del sindaco di Matera, Salvatore Adduce, a seguito del nuovo raid notturno all’interno dell’impianto di compostaggio del borgo La Martella. Infatti, nei giorni scorsi ignoti hanno nuovamente preso di mira l’impianto con una vera e propria azione di sabotaggio attraverso il furto di un autocarro cassonato per la raccolta di rifiuti ingombranti e il prelevamento delle batterie a tutti i mezzi compattatori impedendo così di poter effettuare lo svuotamento dei cassonetti nei borghi e nella zona Paip e provocando danni per diverse migliaia di euro.

Alla riunione hanno partecipato, oltre al Prefetto e al sindaco, il presidente della Provincia, Franco Stella, il comandante della Polizia municipale, Franco Pepe, il Questore, ed i rappresentanti di Carabinieri e Guardia di Finanza. Contro questi continui tentativi di boicottaggio del sistema dei rifiuti, nel corso dell’incontro si è deciso di rafforzare i controlli e di alzare il livello di guardia anche intensificando ulteriormente la collaborazione fra le diverse istituzioni. Nel frattempo continuano le indagini delle forze dell’ordine cominciate a seguito del primo raid notturno avvenuto intorno al 20 agosto scorso.

L’Amministrazione comunale, dal canto suo, predisporrà un piano per rendere più sicuro l’impianto. Nell’esprimere preoccupazione per l’accaduto, il sindaco, Salvatore Adduce, ha ribadito che “l’Amministrazione comunale non si lascerà intimidire da questi raid notturni e continuerà a lavorare per razionalizzare il sistema di raccolta dei rifiuti e per renderlo più efficiente attendendo fiduciosa l’esito delle indagini delle autorità inquirenti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *